Tagli di capelli 2015 e 2016: Solo il meglio!

ParisHilton

Capelli biondi nella stagione fredda, ecco le tonalità da sposare!

Il biondo è sinonimo di belle giornate e pelle abbronzata ma, naturalmente, i capelli biondi possono garantire identica soddisfazione anche durante la stagione più fredda, quando le nuance bionde possono assicurare una piena efficacia a tutte le donne che desiderano sfoggiare questo gruppo di tonalità, giocando su riflessi, sfumature, colorazioni e decolorazioni, e tanto altro ancora. Ma quali sono le tonalità che vi consigliamo di sposare nel corso della prossima stagione autunno – inverno?

Come riuslterà intuibile a tutte le appassionate di moda capelli, non vi è un’unica tonalità in grado di elevarsi come prioritaria e “migliore” rispetto alle altre. I capelli biondi d’inverno possono infatti sposare decine di diverse nuance con identica soddisfazione, sebbene si possa comunque cercare di individuare qualche tono che potrebbe fare la differenza rispetto agli altri.

CharlizeTheron

Qualche esempio? Se il biondo si avvicina al cenere, difficilmente riuscirete a sbagliare “obiettivo”. Le tinte fredde sembrano infatti potersi imporre tra le preferite nei prossimi mesi, pur con qualche accortezza sulla quale vi consigliamo di soffermarvi per qualche tempo. Di fatti, le stesse tinte fredde – pur così attraenti! – devono essere oggetto di una serie di cure nello styling particolarmente accurate, con l’impiego di colori glossy che periodicamente servirà a ravvivare con particolare grazie le vostre sfumature.

Con i pochi consigli di cui sopra, siamo certi che i vostri capelli biondi potranno non solamente essere sfoggiati con grande convinzione nel corso dell’intero periodo autunno – inverno, quanto anche garantire una potenzialità di massima per tutte le donne, di qualsiasi età: sia le persone più giovani che quelle più mature, potranno infatti godere della bellezza delle tinte fredde nei capelli biondi di inverno, potendo ottenere un buon gusto stilistico, e un’efficacia che non mancherà di accompagnare tutte le donne anche nella stagione primaverile.

Naturalmente, se non amate le estremità e desiderate accomodarvi su qualche nuance intermedia, o qualche stile che può accompagnare con maggiore convinzione e sicurezza la maggior parte delle donne che hanno già i capelli biondi, una soluzione potrebbe essere rappresentata dal biondo scuro, una tonalità che si avvicina al castano chiaro ma, contrariamente a questo, mantiene la sua essenza bionda in maniera più visibile e più apprezzabile.

tagli-capelli-biondo-riccio

Una tinta, quella del biondo scuro, che ben si rivela perfettamente adeguata nei mesi invernali, quando può accompagnare con validità prolungata il proprio stile, senza timore che la stessa nuance possa subire alterazioni significative a causa del sole o della salsedine. In aggiunta a quanto sopra, ricordiamo che il biondo scuro può proporsi particolarmente adeguato per le lunghezze estese ed importanti, ancor più che su quelle corte.

capelli-lunghi-biondo-platino

Infine, un piccolo cenno sul biondo con riflessi tendenti al rosso. Una tinta che molte donne potrebbero considerare audace, ma che in realtà può accontentare identicamente sia le esigenze delle donne mature che quelle delle donne più giovani. Un mix unico, con il quale combinare in modo efficace la sensazione di caldo con quella di freddo. Uno stile esaltante, sul quale vogliamo scommettere nel corso dei prossimi mesi!

Seta, pelle e tessuti negli accessori per i 2015

Il 2015 promette tanta stravaganza nella scelta degli accessori, i quali si propongono alternativi non solo nelle loro forme ma anche nella scelta dei materiali che li compongono. La prima proposta interessa l’uso della seta, tessuto pregiato che viene impiegato per creare splendidi foulard dedicati ai capelli. Come abbiamo potuto notare dalle passerelle di stagione, la seta e il look wild saranno un vero e proprio must del 2015, per cui anche gli accessori per i nuovi tagli di capelli 2016 si adeguano allo stile e si presentano realizzati con questo materiale. Splendidi esempi arrivano dalle passerelle Missoni, dove il tessuto viene impiegato per generare un total look dall’effetto etereo quanto selvaggio. La seta impiegata per generare tute e leggeri caftani si riscopre nei foulard annodati sul capo, per un effetto figlia dei fiori di grande tendenza.

Le ultime tendenze in fatto di moda arrivano dalla nuova generazione di stilisti. Veronique Leroy ha proposto nelle sue anticipazioni di stagione degli accessori molto particolari, ispirati agli chignon delle ballerine, ma definiti dall’uso incisivo della pelle nera. Si tratta di fermagli molto rock’n’roll, che decorano sia le trecce basse che le alte code di cavallo. L’effetto si propone come un mix fra una cavallerizza rock e una ballerina di opera, vista anche la preferenza che Veronique Leroy accorda ai suoi abiti, ispirati dalle tinte pastello e dal nero profondo.

articolo 2 immagine 1

L’eleganza della pelle si scopre anche nelle proposte di accessori per capelli 2015. Forse la più bella e raffinata arriva dalla maison Fendi, dove le modelle impegnate nelle anticipazioni di stagione hanno sfoggiato importanti ferma coda a forma di fiore, realizzati in pelle e tessuti dai colori pastello e anticati. Il ferma coda a fiore aveva vissuto un periodo di oblio, ma per il 2015 esso sembra tornare nuovamente sulla cresta dell’onda, proponendosi più elegante e anche dedicato ad un pubblico maturo.

I tessuti saranno, quindi, i maggiori protagonisti degli accessori capelli 2015. Del resto, le ispirazioni alle quali abbiamo assistito in questa pre stagione riconducono ad un filo rosso molto importante e benvenuto nel mondo della moda, ovvero la ricerca di una libertà stilistica e di una leggerezza applicata all’insieme. La libertà si manifesta con abiti morbidi, mai costrittivi e mai definiti nei punti cruciali, mentre la leggerezza deriva dall’impiego di certi tessuti e dalla preferenza accordata alle sete e ai cotoni leggeri.

Non stupisce, quindi, notare che gli accessori per capelli si adattino a questi canoni e diventino il veicolo per manifestare questi stili anche attraverso le acconciature. L’uso della pelle, delle sete e dei tessuti si propone infatti audace, ma se gli accessori vengono realizzati con eleganza di fondo sanno indubbiamente regalare un valore aggiunto ad ogni donna, rendendo anche le acconciature più semplici molto più curate e decisamente interessanti.

Il rosso: a chi sta bene?articolo 5 immagine 2

Il rosso è un colore adorabile, ricco di alternative e adorato negli ultimi anni. Come abbiamo potuto notare, molte sono le star che hanno fatto del rosso il loro ‘colore bandiera’, da Jessica Chainstain fino a Julianne Moore. Il rosso si associa ad una personalità forte, decisa e priva di compromessi, in quanto la tinta stessa evoca forza, vigore e potenza. Il rosso è il colore del fuoco, ma si associa anche alla concretezza della terra. Per questo motivo, le donne che lo indossano vengono percepite come passionali e anche come donne dal carattere volitivo. Potete trovare una guida molto interessante e veramente sul sito web www.capellistyle.it dove viene approfondito molto il topic dei capelli rossi.

Attenzione, perché c’è rosso e rosso. Le colorazioni di ultima generazione propongono palette di colori meravigliose, dove il rosso non si presenta più come un colore fine a se stesso, ma si copre di mille sfumature per avvicinarsi ai castani più raffinati e anche ai biondi più sofisticati. Il rosso intenso viene certamente proposto e si presenta ideale per le donne che ne sposano la simbologia e che amano definire i capelli in modo eccezionalmente unico.

articolo 5 immagine 3

Ma siamo sicure che questo colore stia bene a tutte? La risposta è no, il colore rosso sui capelli dona solamente a certi fototipi. Per comprendere questo concetto dobbiamo fare un piccolo passo indietro e ammirare il colore della pelle che madre natura ha concesso alle rosse naturali. Si tratta di epidermidi diafane, tremendamente sensibili e facili ad arrossarsi. La pelle delle rosse naturali si presenta quasi trasparente, soprattutto nella zona delle guance e degli zigomi. Da questa osservazione parte una domanda molto semplice: può una donna con un incarnato scuro essere piacevole? La risposta è probabilmente no, in quanto le cromie della pelle e dei capelli si scontrano e il risultato finale appare troppo duro e spigoloso.

articolo 5 immagine 1

Per comprendere questa affermazione, possiamo fermarci e ammirare le incursioni che molte star di colore attuano con il rosso. Ovviamente si tratta di giocosi esperimenti e raramente le donne che presentano questo colore di pelle mantengono la tinta a lungo. Ma come ci appare l’effetto? Troppo ‘esagerato’ è la risposta giusta. Ovviamente le donne di colore che scelgono la tinta lo fanno per movimentarsi, per ragioni promozionali e per cambiare look a piacimento come è giusto che sia, ma il concetto rimane lo stesso: i capelli rossi donano a chi ha una pelle chiara.

Il rosso biondo si propone come la tinta ideale per le ragazze e le donne naturalmente bionde che desiderano scurire con stile la loro chioma, mentre il rosso castano è da considerarsi come la scelta ideale per le donne dalla pelle più scura che desiderano ravvivare la loro chioma e alleggerirla nell’effetto cromatico finale. I rossi naturali, gli aranciati e anche i rossi puri donano, invece, alle donne che possiedono una pelle candida, possibilmente priva di imperfezioni, in quanto la tinta accentua i tratti del volto e si propone come un ‘focalizzatore’ nel volto della persona.

via: www.vanityfair.it

I peggiori look del Golden Globe 2015

I Golden Globe possono essere considerati come il preludio alla notte degli Oscar, in quanto essi vengono consegnati agli addetti ai lavori del mondo del cinema poche settimane prima della notte stellata. Chi partecipa all’evento si propone quindi al top, perché la manifestazione viene considerata fondamentale per la promozione dei film in concorso. Come ben sappiamo, anche le star fanno dei passi falsi e la notte dei Golden Globe ha visto brillare delle mise da favola ma anche annoverare dei look disastrosi. Li abbiamo selezionati a partire dalle recensioni dei migliori blog di moda e di stile, per capire che nessuno, in questo mondo, è perfetto…

jessica-chastain-435

1- Purtroppo la prima a fare le spese di una critica feroce è la talentuosa cantante Lana del Rey. Siamo abituati ai look super sofisticati di Lana, un po’ country e un po’ dark metropolitani. Per l’occasione Lana ha sfoggiato troppo volume, in quanto non l’ha limitato alle lunghezze oppure alle radici, ma ha cotonato senza misura i capelli, senza dare una forma ben definita all’ensemble della chioma.

2- Troppo, soprattutto perché l’età sta avanzando e Kelly Osbourne non è più una ragazzina! I capelli viola acceso possono passare e anche la rasatura laterale, ma il tatuaggio sul capo e il codino spettinato rivelano un’ispirazione ribelle che non ha niente di stiloso, ma molto di improvvisato.

3- Anche Keira Knightley, regina incontrastata di stile e di eleganza bon ton, stavolta è scivolata sulla buccia di banana. Il raccolto a chignon basso era un’idea geniale, molto in linea con i trend di stagione. Peccato per l’abbinamento con la mise dell’abito, che l’ha trasformata in una direttrice di collegio d’altri tempi in gita con la scolaresca…

opener
Questi sono solo alcuni degli scivoloni ai quali abbiamo assistito durante la notte dei Golden Globe, ma non sono stati gli unici. I giornalisti di moda e i blogger non hanno perdonato la riga centrale di Catherine Zeta Jones, colpevole di evidenziare troppo il naso affilato e di non rendere giustizia alla bella cascata di boccoli che definiva l’acconciatura. Al contempo, molte sono state le critiche mosse all’eccesso di volume, soprattutto se applicato ai tagli cortissimi. Che dire, se si ricerca un effetto di ampio respiro, esso deve essere prima di ogni cosa ordinato, altrimenti si rischia l’effetto ‘sono venuta in motorino e ho appena tolto il casco’.

In generale, le mise di capelli che sono più piaciute sono quelle sobrie ed eleganti, i messy bob che ancora sono indiscussi protagonisti della scena e i raccolti con le trecce. I colori che sono piaciuti hanno interessato la palette dei biondi, come vuole l’ultima tendenza delle star di Hollywood, mentre un flop clamoroso è stato registrato nelle tinte tropo accese, dai rossi sgargianti fino ai colori baby, come il viola e il rosa.

In attesa della notte degli Oscar stiamo a vedere se le star ritoccheranno le loro acconciature, forti delle critiche costruttive ricevute. Sicuramente altri personaggi del mondo dello show prenderanno il loro posto perché sappiamo che nessuno può essere sempre perfetto, anche nello scintillante mondo del cinema.

Fonti: wikipedia.org